Calcio

Canosa Calcio da record, quinta vittoria dei rossoblù contro il Molfetta

Intervista post partita al mister Trallo

Calcio
Canosa domenica 21 ottobre 2018
di Sabino Del Latte
Canosa Calcio
Canosa Calcio © CanosaLive.com

Il Canosa Calcio di mister Gianluigi Trallo non si ferma più! Lotta, corre ed oggi più che mai è riuscita a gettare il cuore oltre l’ostacolo regalando ai propri tifosi accorsi numerosissimi allo stadio San Sabino di Canosa, la quinta vittoria consecutiva. In pochi si aspettavano un inizio di stagione così bello ed entusiasmante ma in fondo, le cose più belle sono quelle meno inaspettate. Da segnalare, ancora una volta, il folto pubblico accorso allo stadio per sostenere i rossoblù, che giornata dopo giornata si sta rivelando il dodicesimo uomo in campo.

Mister Trallo deve fare a meno di bomber Ferorelli oltre al lungodegente Loconte e schiera i suoi con un collaudato 4-3-1-2 con Crisantemo in porta, linea difensiva composta da Abruzzese, Landolfi, Manasterliu e Forenza, centrocampo con Valentino, Lops e Condemi con Francesco Loconte alle spalle di Di Giovinazzo e Caputo. Il Borgorsso Molfetta dell’ex Leonino, fin dalle prime battute ha subito fatto capire quali erano le sue intenzioni ma ha dovuto fare i conti con il muro difensivo canosino con capitan Landolfi su tutti ,autore di una grande prestazione. L’inizio partita è abbastanza vivace e al 2’ si mette subito in luce Loconte che dopo un assolo individuale, lascia partire un tiro che si spegne di poco al lato sul fondo. Pochi minuti più tardi è il Molfetta a rendersi pericoloso per ben due volte con Cubaj che non sfrutta al meglio due errori di Di Giovinazzo e Valentino e vanifica due ghiotte e chiare occasioni da goal. Per il resto della prima frazione di gioco, è l’assoluto equilibro a farlo da padrone, con tanto possesso palla, lanci lunghi alla ricerca della punta e decisioni più o meno discutibili dell’arbitro. In tutto ciò è Abruzzese al 31’ a dare la carica con un tiro-cross che per poco non inganna il portiere molfettese Castagno.

La seconda frazione di gioco ricalca le orme della prima con tanto tatticismo e allo stesso tempo tanta fisicità e grinta. Al 64’ però arriva la svolta della partita: contropiede dei canosini con Caputo che mette la palla in mezzo, Loconte svirgola ma è Di Giovinazzo al momento giusto e nel posto giusto a mettere la palla in rete per l’1-0 fra l’entusiasmo dei tifosi di casa. Al 74’ però i rossoblù restano in dieci per l’espulsione di Abruzzese e sono costretti così a difendersi dagli assalti degli ospiti. I rossoblù, di conseguenza sono costretti ad abbassare il proprio baricentro e i molfettesi a guadagnare con il passare dei minuti sempre più terreno. Gli assalti alla porta di Crisantemo però sono molto sterili e così al fischio finale è festa per il Canosa Calcio 1948. Un inizio di campionato del genere e un entusiasmo del genere da parte dei tifosi attorno ai rossoblù, era da parecchio tempo che non si vedeva. Bastano pochi dati come quello della miglior difesa , per comprendere quanto questo Canosa, almeno in queste prime cinque partite disputate, sia solido, compatto e unito.

Dopo cinque giornate della regular season, il Canosa Calcio si ritrova così a punteggio pieno a quota 15 punti assieme alla corazzata Sly United, quest’oggi vittorioso nello scontro diretto promozione contro il Manfredonia che resta così fermo a quota 12 punti in attesa di affrontare proprio i canosini, domenica prossima nel big match di giornata fra le mura amiche. Una partita vietata ai deboli di cuore, che potrà dare però un giudizio obiettivo e veritiero sulle ambizioni dei canosini.

Di seguito l’intervista a mister Gianluigi Trallo.

Mister Gianluigi Trallo, cinque vittorie e cinque vittorie. Qual è il tuo giudizio sulla partita ?
E’ stata una prestazione maiuscola sotto il profilo del carattere, della voglia, della grinta e della determinazione contro un Molfetta ostico sotto tutti i punti di vista di gioco, ben quadrato, con una buona organizzazione di gioco e con un terminale offensivo con Cubaj, Paparella e Campanale che fa invidia a tante squadre di questa categoria. Una vittoria fortemente voluta, sospinti da un pubblico che dal primo all’ultimo minuto compresi gli ultrà, hanno fatto sentire la propria presenza.

Dove può arrivare questo Canosa ?
Lo sapremo solo alla penultima giornata, perché probabilmente all’ultima saremo a festeggiare la vittoria del campionato. Sono un po’ presuntuoso a dirti questo ma me lo auguro.

Un tuo giudizio sul prossimo avversario e cioè il Manfredonia.
Domenica andremo ad affrontare un’ottima squadra con un Abruzzese in meno causa la squalifica ma con un Dattoli in più che rientrerà dopo uno stop causato da motivi personali. Quindi,un Canosa che arriva a Manfredonia primo in classifica e che vuole mantenere il primato. Troveremo sicuramente una squadra sipontina arrabbiata dopo il k.o di oggi ma i rossoblù hanno dal canto loro, fame di vittoria.

Lascia il tuo commento
commenti