Sport

Il Canosa A5 dà benvenuto al portiere Gabriel La Rocca

un giocatore che porta in dote una mentalità vincente per poter regalare tanti sorrisi ai tifosi Rossoblu

Altri Sport
Canosa sabato 25 luglio 2020
di La Redazione
La Rocca
La Rocca © n.c.

Dopo le conferme di Mr. Lodispoto e Capitan José David, la dirigenza piazza il primo colpo.Si tratta di Gabriel La Rocca, portiere venezuelano, che vanta importantissime esperienze sia sul suolo italiano che in ambito internazionale.

La Rocca classe 86, approda in Europa nella Primera Division Spagnola. L’inizio dell’avventura italiana parte proprio in Puglia dove per tre anni difende i pali del Fasano. Qui c’entra subito il “double” campionato di serie B e coppa Italia di categoria, difendendo le successive due stagioni in A2. Dopo una parentesi nella fredda Russia, il ritorno in Italia nelle file dell’Atletico Belvedere dove è protagonista della promozione in A2. L’anno successivo arriva a Cisternino ottenendo il secondo “Double” della sua carriera italiana. Poi Barletta con l’ennesima promozione e la sconfitta in finale di coppa e Margherita nelle file della Salinis.
Dopo un anno a Paola con la sconfitta in finale playoff, segue il biennio a Cefalù in A2.
Da non dimenticare l’esperienza internazionale di Gabriel, dove con “La Vinatinto” ha difeso i pali della propria nazionale in “Copa America” e durante le qualificazioni mondiali.



🎤 Lo abbiamo raggiunto per conoscerlo meglio.



Ciao Gabriel, intanto benvenuto.



<Un giocatore come te con una lunga esperienza nel futsal italiano perché ha scelto Canosa?
- È stato un mercato complicato, dove per mesi ha regnato l’incertezza. Ho ricevuto tante proposte sia in Italia che all’estero, alla fine ho scelto il Canosa A5 perché sin dall’inizio hanno mostrato interesse nei miei confronti e alla fine ho deciso di abbracciare questo progetto. Non vedo l’ora di poter iniziare questa nuova avventura insieme ai miei nuovi compagni e sotto la guida di un grande allenatore come Mr. Lodispoto



<Come ti racconteresti ai tuoi nuovi tifosi?
- Posso dire che mi caratterizzo come un grande professionista, cerco sempre di dare il massimo sia in allenamento che in partita. Ho vinto tanto e odio perdere anche in allenamento o in amichevole, per questo lotto sempre e cerco sempre di dare il massimo. Cercherò di trasmettere ai miei compagni tutta la sicurezza possibile. Sono sicuro che insieme arriveremo molto lontano.



<Pensi che un tifo caldo come quello rosso-blu possa essere un valore aggiunto nell’arco della stagione?
- Avendo una tifoseria cosi bella calda e molto vicina alla squadra, saranno un arma in più è il nostro sesto uomo durante la stagione. Sarà molto importante averli vicino e poter regalare loro un sorriso e tante soddisfazioni.





Lascia il tuo commento
commenti