Sport

Playled Canosa, prestazione monumentale e vittoria al cardiopalma: il Molfetta cede 9-8

Playled Canosa di mister Vito D’Ambrosio porta a casa tre punti importantissimi

Altri Sport
Canosa domenica 10 novembre 2019
di Sabino Del Latte
Calcio a 5
Calcio a 5 © n.c.

Alla vigilia si preannunciava come un match dai cuori forti e così è stato poiché al termine dei quaranta minuti regolamentari, la Playled Canosa di mister Vito D’Ambrosio porta a casa tre punti importantissimi ai fini della classifica al cospetto di un ottimo avversario quale quello delle Aquile Molfetta che nonostante la sconfitta, può ritenersi soddisfatta della sua prestazione, consapevole che potrà giocarsela fino alla fine della regular season. Dopo la sconfitta per 6-2 in quel di Giovinazzo, i rossoblù erano attesi al varco da una compagine molto temibile e grazie ad una prestazione monumentale da parte di tutto il collettivo, si impone con il risultato di 9-8. Dopo che la prima frazione sia stata conclusa sul 3-1, il secondo tempo vede un incontro infuocarsi sempre di più minuto dopo minuto, con i padroni di casa che nonostante i numerosi errori difensivi che hanno permesso ai molfettesi di portarsi addirittura sul 6-8, con un grande cuore e un superlativo capitan Josè David, riescono a ribaltare la contesa. Questo autentico spot per il futsal pugliese e nazionale, vede nei primi dieci minuti dell’incontro, regnare un’intensa fase di studio, accompagnata però da tanto agonismo, vedi ad esempio i tanti falli che hanno portato poi ai quattro tiri liberi. Nessuna delle due compagini riesce ad affondare il colpo fino a quando però Josè David dopo aver avviato una buona azione di gioco, la conclude con un gran destro che si insacca nell’angolino alto alla sinistra di Lopopolo per l’1-0. Il raddoppio arriva poco più tardi sempre con lo scatenato capitan Josè David che realizza con freddezza un tiro libero per il 2-0. Le Aquile Molfetta però non ci stanno e si rendono pericolose con Murolo il quale però vede il proprio tiro terminare sul palo, prima che dall’altra parte del campo Patruno a porta sguarnita, non vanifichi clamorosamente il 3-0 che arriva però poco più tardi con la sua firma, grazie ad una bordata sotto la traversa che lascia Lopopolo impietrito. Prima dell’intervallo, gli ospiti si rifanno sotto con il tiro libero realizzato da Di Benedetto, mentre nel finale c’è spazio prima per il palo interno colpito sempre su tiro libero da Josè David e poi per un autentico miracolo di Diviccaro sulla velocissima spina del fianco dei rossoblù, vale a dire Dell’Olio. Terminata la prima frazione di gioco, la ripresa vede ancor di più regnare lo spettacolo in un palazzetto dello sport stracolmo di gente come da tanto non si vedeva. Dopo pochi minuti Ferrante per poco non realizza il triplo vantaggio, mentre sul capovolgimento di fronte ci pensa Distaso con un salvataggio sulla linea, ad impedire la rete a Murolo. Gli ospiti schiacciano nella propria metà campo i rossoblù ed è ancora Di Benedetto, questa volta su punizione, a realizzare il 3-2. Le Aquile Molfetta ci credono e spinta dai suoi numerosi tifosi giunti a Canosa, va vicina al pareggio con Di Benedetto, il quale però si vede sbarrare la strada da Diviccaro. I ragazzi di mister D’Ambrosio abbassano di molto il proprio baricentro, ma proprio nel momento migliore dei biancorossi, è capitan Josè David con una prodezza balistica da fuori area, ad insaccare la palla sotto la traversa per il 4-2 nel più totale boato dei tifosi rossoblù. Neanche il tempo di gioire e arriva subito il 4-3 degli ospiti con Di Vincenzo, il quale va vicino al pareggio poco più tardi colpendo la traversa. La rete del pareggio ospite sembra solo questioni di minuti, ma invece è ancora la Playled Canosa con Ferrante ad andare in rete per il 5-3. Il match si infiamma e fra un capovolgimento di fronte e un altro,nell’arco di due giri di lancette, arriva prima il 5-4 con Di Vincenzo(di tacco) e poi il 5-5 con Murolo che sfrutta un errore difensivo e riporta il match sul pareggio. Il Canosa sembra accusare la fatica e a causa di un presunto fallo di Josè David, il Molfetta dal dischetto va ancora in rete con Di Benedetto per la sua personale tripletta per il 5-6. I padroni di casa sono alle corde, ma ancora una volta con una reazione d’orgoglio pareggiano nuovamente i conti con l’argentino Rago su assist dell’onnipresente Josè David. Gli schemi saltano e a giovarne è lo spettacolo, anche se le gioie per i rossoblù, almeno inizialmente, sono poche poiché prima Murolo con un tap-in vincente su assist di Di Benedetto che sfrutta un altro svarione difensivo e poi Di Vincenzo con una gran bella iniziativa personale, portano lo score sul 6-8. Proprio quando sembra sia essere finita però, la Playled Canosa riaccende la luce con l’argentino Rago che su invenzione di Patruno, accorcia sul 7-8. A quattro minuti dal termine, mister D’Ambrosio tenta il tutto per tutto con la carta del quinto di movimento e per poco, non realizza l’8-8 con il solito Josè che colpisce ancora un palo. L’appuntamento con la gloria però è solo rimandato poiché ancora Rago, su un’altra autentica invenzione di Josè David, insacca in rete il pareggio fra l’entusiasmo e la gioia incontenibile dei propri sostenitori. I canosini sentono odore di impresa, sono consapevoli di essere in grado di poter portare a casa l’intera posta in palio e così a 15’’ dalla fine, un monumentale Josè David realizza su tiro libero la rete del definitivo 9-8 per la sua personale quadripletta. E’ festa per la Playled Canosa che quando ormai nessuno più ci credeva, si rimette in carreggiata e si rende protagonista di un’autentica impresa. Dopo questa vittoria, il sodalizio canosino si ritrova secondo in classifica secondo a quota 13 punti, a meno uno dalla capolista Campobasso. Seguono poi Capurso a 11, Molfetta a 10 e Giovinazzo a 9. Prossimo impegno per la Playled Canosa sabato 23 novembre in casa della Chaminade Campobasso, in un’altra partita vietata ai deboli di cuore che potrà dire ancora di più su cosa questi ragazzi possano veramente ancora fare. C’è ancora tanto da lavorare, ma con cuore, gambe e sacrificio, si potranno raggiungere traguardi importanti.

Lascia il tuo commento
commenti