Calcio A5

L’Epifania la Playled Canosa porta via: Bitonto battuto 4-3 e primato consolidato

Il resoconto della partita

Altri Sport
Canosa mercoledì 06 gennaio 2021
di Sabino Del Latte
canosa
canosa © nc

Una vittoria sofferta, sudata e conquistata grazie alla forza di un gruppo unico che settimana dopo settimana continua a dimostrare tutto il suo inestimabile valore. La Playled Canosa c’è, batte il quotato Futsal Bitonto 4-3 e si conferma capolista allungando di tre punti sulle più dirette inseguitrici quali Aquile Molfetta e appunto Bitonto. Premiato lo sforzo dei ragazzi di mister Lodispoto che vincono lo scontro diretto di alta classifica e continuano a sognare un traguardo che risulterebbe clamoroso al primo anno di vita della neonata Asd Canosa A5. Deliri onirici a parte, la calza dell’Epifania del sodalizio del presidente Lamonaca si riempie di cioccolata per quanto anche lo stesso carbone non dispiacerebbe se si considerano alcune disattenzioni che sarebbero potute costare caro. Josè David & C divertono ma creano anche sofferenza nell’animo dei tifosi attoniti ed increduli di fronte al possibile pareggio dei baresi a meno di un minuto dl termine dell’incontro.

Le premesse, alla vigilia, si caratterizzavano di un possibile equilibro fra le due compagini che a dir la verità, soprattutto durante la prima frazione di gioco, è prevalsa per ampi tratti. I padroni di casa colpiscono due traverse, Saulle si supera in più di una circostanza mentre dall’altra parte del campo, altrettanto si potrebbe affermare per l’estremo difensore ospite che grazie ad un mix di fortuna e tenacia riesce a salvare i suoi dallo svantaggio spesso e volentieri. L’ incontro non si sblocca ed è nella ripresa che la musica cambia con l’Asd Canosa A5 che dopo appena un minuto si porta in vantaggio con Termine che conclude al meglio quanto creato sull’asse D’Elisa- Josè David per l’1-0. Gli ospiti però non si perdono d’anima e subita la rete dello svantaggio, aumentano minuto dopo minuto il proprio pressing offensivo premiato quattro minuti più tardi dalla rete di capitan Orlino che si rende protagonista di una meravigliosa discesa laterale bucando Saulle in uscita per la rete del pareggio.

Gli ospiti però non si perdono d’anima e subita la rete dello svantaggio, aumentano minuto dopo minuto il proprio pressing offensivo premiato quattro minuti più tardi dalla rete di capitan Orlino che si rende protagonista di una meravigliosa discesa laterale bucando Saulle in uscita per la rete del pareggio. La partita è viva, il rettangolo di gioco è bollente e di conseguenza, feriti nell’orgoglio, i rossoblù riprendono a macinare gioco con Pacheco che si vede deviato il proprio tentativo da Ritorno. Sul successivo angolo, è il polacco Firanczyk a punire una disattenzione dei baresi, realizzando da due passi un facile tap-in per il 2-1. E’ intorno alla metà della seconda frazione di gioco però che arriva la svolta: Ritorno si allunga la palla e sull’intercetto di Josè David involatosi verso la rete, aggancia il capitano canosino vedendosi sventolare dal direttore di gara il cartellino rosso.

Non passa neanche un giro di lancette e ad aggiungersi all’elenco delle espulsioni ci pensa capitan Orlino che inferisce sulla momentanea inferiorità numerica dei suoi. I ragazzi di mister Lodispoto sfruttano al meglio la ghiotta occasione con Firanczyk che concretizza la mole di gioco prodotta dal duo Josè David-Castrogiovanni insaccando così in rete il 3-1. Il Bitonto però non molla di un centimetro e grazie anche ad un errore in fase di disimpegno di Castrogiovanni, accorcia nuovamente le distanze con Cantieri per il 3-2. La rete del 4-2 di Josè David, direttamente da tiro libero, sembrerebbe mandare definitivamente in archivio il big-match di giornata ma ciò non accade in quanto ci pensa Caggianelli a 1’45’’ dalla fine a rimettere i suoi in carreggiata con un tiro dalla distanza che buca un non irresistibile Saulle per il 4-3.

Il finale di gara è al cardiopalma: Termine commette un’ingenuità regalando un tiro libero ai baresi. Dal dischetto si presenta Carrieri che però decide di non sfruttare il regalo dell’Epifania calciando la palla sul palo nel più totale boato dei pochi spettatori presenti. Al triplice fischio però è vittoria per i rossoblù che portano a casa tre punti fondamentali ai fini di una classifica che non tutti sarebbero stati in grado di prevedere pochi mesi fa. L’Asd Canosa A5 si gode il successo e adesso può guardare al futuro con sempre maggiore fiducia, conscia che il limite più grande è rappresentato da sé stessi. Gli esami di maturità però non sono ancora terminati perché sabato, ad attendere la Playled in quel di Cisternino, ci sarà l’Itria Football Club.  Non abbassare la guardia sarà cruciale, cullarsi sugli allori risulterebbe essere più deleterio del previsto. La strada è ancora lunga e come giusto che sia, solo il tempo ci dirà se questo roster abbia le carte in regola per continuare ad inseguire il primato in classifica . In fondo, il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni.

Lascia il tuo commento
commenti