Sport

Calcio a 5, Canosa batte Bitonto 4-3

Il resoconto della partita

Altri Sport
Canosa venerdì 08 gennaio 2021
di La Redazione
Canosa a 5
Canosa a 5 © n.c.

Epifania che non porta via le ambizioni della Playled Canosa, anzi aggiunge tre mattoncini alla classifica dei canosini.

Privo dello squalificato Angiulli e del lungodegente Larocca, Mr. Lodispoto scende in campo con Saulle, Pacheco, José David, Termine e D’Elisa. Defezione importante anche per Mr. Di Bari che deve fare a meno di Barbosa: starting five barese con Ritorno, Orlino, Caggianelli, De Liso e Cantieri.

Primo tempo di pregevole fattura, le due squadre si affrontano a viso aperto, concedendo anche momenti di ottimo Futsal. Le reti inviolate sono solo frutto di casualità, un pizzico di imprecisione e soprattutto un’ottima vena dei due portieri capaci di disinnescare gli avanti avversari.

Squadre che rientrano in campo e Playled che trova subito il vantaggio con Termine, bravo a farsi trovare pronto dopo un bello scambio stretto tra D’Elisa e José David. Il gol era la miccia che serviva per far esplodere la partita.

Reazione ospite rabbiosa, con una clamorosa doppia occasione, ma prima José David sulla linea e poi Saulle dicono no. Playled che prova ad abbassare i ritmi, ma Il Bitonto trova il pari con una grande ripartenza al 5’.

Parità che dura un giro di lancette perché ancora una volta la Playled è letale su schema da fermo. Pacheco per Firanczyk ed il polacco può esultare emulando il suo connazionale Piatek. Al minuto 8 arriva il primo momento chiave, l’estremo difensore ospite avanza fuori dai pali, José David è lesto a rubargli la palla, fallo da dietro e inevitabile rosso.

Appena il tempo di annotare una clamorosa occasione sprecata da Firanczyk che arriva anche il secondo cartellino rosso per gli ospiti ai danni di capitan Orlino. 5 contro 3 subito capitalizzato dalla Playled con la doppietta del Pivot polacco. Ma si sa alla Playled piace soffrire e far soffrire e così, su una palla persa in uscita, il Bitonto accorcia al 13’.

Squadre che ricominciano a giocare a viso aperto e occasioni che fioccano da entrambe le parti. Squadre che esauriscono il bonus ed al 17’ capitan José David si presenta dal dischetto più lontano. Palla che bacia il palo e si insacca per il 4 a 2. Il Bitonto si gioca allora la carta del portiere di movimento, scelta che viene premiata con il gol dalla distanza di Caggianelli a 100 secondi dalla fine. Secondi finali da montagne russe.

Prima Castrogiovanni che non capitalizza in ripartenza, poi Saulle che chiude la saracinesca e ancora Termine che non chiude la gara. Siamo a 10″ dal termine e come in un romanzo di Tom Clancy il colpo di scena arriva sempre all’ultima pagina. Fallo di Termine e tiro libero per il Bitonto a 8″ dalla fine.

Cantieri contro Saulle, primo piano sul protagonista e poi sull’antagonista, musica di suspense, silenzio tombale, calcio, palo, fuori.

Termina con un 4 a 3 questa Epifania al cardiopalma, con una Playled che trova dolciumi nella propria calza e ancora una volta si dimostra capace di fare e disfare ma soprattutto che ancora una volta dimostra un gruppo unito e coeso.

Testa ora all’impegnativa trasferta di sabato in terra D’Itria per quella che si preannuncia un’altra gran bella partita.

 

Comunicato stampa su

www.canosaa5.com

Lascia il tuo commento
commenti