il fatto

Post offensivi su Fb, la candidata m5s chiude profilo e si autosospende

La sua difesa: rubata l'identità

Politica
Canosa venerdì 02 giugno 2017
di La Redazione
Antonella Di Nunno Movimento 5 Stelle
Antonella Di Nunno Movimento 5 Stelle © n.c.

È ormai virale il caso dell’attivista del Movimento 5 Stelle di Canosa di Puglia Antonella Di Nunno, ormai ex candidata al Consiglio comunale alle prossime elezioni amministrative dell’11 giugno. Sotto accusa alcuni post e commenti pubblicati negli ultimi mesi sul suo profilo Facebook, che è stato successivamente chiuso.

Ne parlano pubblicamente, sempre su Facebook, Giuseppe Morelli, iscritto al PD della Capitale, e Anna Rita Leonardi, membro dell'Assemblea regionale PD della Calabria. Gli screenshots sotto accusa sono finiti anche su varie pagine Facebook, tra cui la satirica “Il grillino medio” e "Noi che non voteremo il Movimento 5 Stelle". Si tratta di affermazioni che, sottolineano gli accusatori, offenderebbero soggetti disabili e di colore.

Come ogni tribunale che si rispetti, in quello della rete non manca la difesa che, spiega in commenti, si tratterebbe invece di furto d’identità online per un post e di “troll” per i commenti. “E' sarcasmo” si legge, e ancora “Stava trollando”. Per i meno esperti, chiamasi "Troll" (e citiamo wikipedia) “nel gergo di Internet, un utente di una comunità virtuale che intralcia il normale svolgimento di una discussione inviando messaggi provocatori, irritanti o fuori tema”.

In riferimento all'accaduto è intervenuto il Movimento 5 Stelle di Canosa sulla pagina Fb del gruppo:

"Ci dissociamo dal contenuto di tali diffamanti e calunniose affermazioni che non rappresentano in alcun modo i valori ampiamente condivisi dalla stessa lista e dal Movimento 5 Stelle. La diretta interessata disconosce quanto riportato nei messaggi a lei attribuiti e pertanto si accinge a denunciare alla Procura della Repubblica quanti hanno contribuito alla diffusione di tali contenuti, ledendo l’onore il decoro e la reputazione della stessa. Allo stesso tempo, al fine di tutelare l’immagine e il decoro della lista civica del MoVimento 5 Stelle e del gruppo di Canosa, la diretta interessata si è autosospesa dal gruppo del M5S Canosa consegnando nelle mani del candidato sindaco la relativa dichiarazione".

Lascia il tuo commento
commenti