Il fatto

​La Bicap di Barletta tra le imprese "indomabili" nella classifica del Sole 24 Ore

È al 23esimo posto in Italia e prima azienda pugliese del settore Tessile e Moda

Mondo Imprese
Canosa venerdì 17 dicembre 2021
di La Redazione
​La Bicap di Barletta
​La Bicap di Barletta © n.c.

«Indomabili. Mentre la pandemia da Covid19 infuriava, nell'annus horrobilis 2020, molte imprese continuavano a produrre e a esportare gran parte della loro produzione, dando speranza di un rapido ritorno alla normalità ai loro comparti manifatturieri. Il Sole 24 Ore e Statista ne hanno analizzate novemila, invitandole a partecipare alla nuova classifica dei Campioni dell'Export: una prima assoluta a livello internazionale». Così si leggeva in un articolo pubblicato lo scorso 13 dicembre sulle pagine online del Sole 24Ore, l’organo di informazione di Confindustria. Un’indagine che ha voluto mettere in risalto quello zoccolo duro della nostra economia costituito da aziende sane che non indietreggiano di fronte a qualunque avversità. Neanche davanti ad una catastrofe planetaria come la pandemia da covid-19.

Tra queste anche la Bicap di Barletta che ha subito commentato l’indagine sottolineando che « Il Sole 24Ore in collaborazione con Statista, ha pubblicato la classifica Campioni dell'Export 2022. Con una percentuale di export nel 2020 del 91,99% distribuito in 62 paesi nel mondo, Bicap si posiziona al 23° posto della classifica nazionale e prima azienda Pugliese del settore Tessile & Moda. Un importante traguardo raggiunto attraverso l'impegno di tutto lo staff del Calzaturificio 5BI Srl verso un approccio Tailor Made ai nostri clienti».

«Esiste una moltitudine silenziosa di piccole e medie imprese poco conosciute al grande pubblico, in prevalenza non avvezze a comunicare i loro successi: perle rare più apprezzate all'estero che in Italia, cui il nostro Sistema Paese ha l'obbligo di rendere onore e restituire la fiducia nel sistema pubblico di sostegno alle esportazioni», conferma Lorenzo Zurino, presidente del Forum Italiano dell’Export (Ief), il più grande Think Tank sul Commercio Estero in Italia fucina di imprese esportatrici e interlocutore primario della Farnesina in tema di esportazioni», si legge ancora nell’articolo del principale quotidiano economico italiano.

«Questi imprenditori, in prevalenza, non sono mai stati profeti in patria, ma sono molto stimati dai loro clienti esteri - spiega Zurino -. Rappresentano la resilienza fatta persona: in Italia sono sopravvissuti a un alto costo del lavoro e dell'energia (il più alto d'Europa considerando tutte le accise) nonché a un'elevata conflittualità con tempi della giustizia biblici; all'estero sono stati messi a dura prova da dazi sulle merci o occulti (quelli tecnici: forse i peggiori, solo gli Stati Uniti ne hanno quasi 200 secondo l'ultimo Rapporto Sace)».

La conferma nelle parole del Direttore generale del Calzaturificio 5Bi srl, il dott. Giuliano: «L'aver raggiunto nel 2020 una percentuale così alta di export è frutto del lavoro coordinato di tutto lo staff Bicap. Nulla infatti è lasciato al caso, ogni aspetto del singolo business (progettuale, tecnico, commerciale, finanziario, logistico e doganale) viene affrontato in modo sistemico al fine di offrire una soluzione Tailor Made ai nostri clienti. Un complesso industriale con un'anima artigianale: è questo il motivo principale del nostro successo nel mondo».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pub san sebastiano ha scritto il 17 dicembre 2021 alle 15:05 :

    Grandissimi, è nessuno ne parla, vergogna all'italiana. Cmq, avanti tutta Rispondi a Pub san sebastiano