Archeologia

Canosa torna ad essere meta turistica dopo il Coronavirus

I dati del fine settimana 19-20-21 giugno

Cultura
Canosa martedì 23 giugno 2020
di La Redazione
Locandina
Locandina © n.c.

Turisti affascinati e soddisfatti nel corso del tour, dedicato a Canosa nell’epoca romana, organizzato nei giorni 20 e 21 giugno scorsi, dalla Fondazione archeologica canosina, in collaborazione con la ditta Tango Renato-servizi per l’archeologia e il turismo e dall’associazione Amici dell’archeologia che ha fornito le guide turistiche abilitate e il servizio di accoglienza ed accompagnamento ai visitatori.

Le terme Lomuscio, il tempio di Giove Toro e la Domus romana hanno meravigliato i visitatori, i quali si sono complimentati con le guide per il servizio reso e per la chiarezza espositiva. A fine tour alcuni di loro hanno raggiunto ristoranti e pizzerie locali.
“Stiamo ripartendo con tenacia ed un forte desiderio di incrementare le presenze turistiche a Canosa, ha dichiarato il Presidente Sergio Fontana, con la convinzione che la Fondazione possa raggiungere tale obiettivo, supportata dalle istituzioni ed associazioni locali, nonché dalla cittadinanza, che deve essere ospitale e partecipativa nei confronti dei visitatori, mostrando loro, possibilmente con un sorriso e con un civile abbraccio di essere i benvenuti a Canosa.”
Inoltre, il Presidente ha sottolineato che la città intera deve essere presente e pronta a dare ospitalità e buona immagine di civiltà e funzionalità.
Prossimo tour per il fine settimana venturo tutto dedicato agli ipogei canosini, tombe uniche in Puglia e nell’Italia meridionale. Il 27 e il 28 giugno le guide dell’Ass. Amici dell’archeologia accoglieranno con entusiasmo tutti i partecipanti.
Per info e prenotazioni è necessario contattare il numero di call center 3338856300 oppure inviare una mail a info@canusium.it
Canosa è lieta di accogliervi.

Lascia il tuo commento
commenti