Santo Patrono

Festa di San Sabino, cosa si celebra il 9 febbraio

La storia del Santo

Cultura
Canosa martedì 05 febbraio 2019
di La Redazione
San Sabino
San Sabino © Michele Nardella 2015

Il 9 febbraio è giorno di festeggiamenti a Canosa di Puglia in cui si ricorda la morte di San Sabino, patrono della città.

Sabino fu vescovo della città dal 514 d.C. al 566 d.C. anno della sua morte. Fedele alla disciplina benedettina dell’Ora et Labora, San Sabino fu anche un costruttore di edifici sacri e la sua vita non è priva di eventi mistici e miracolosi.

Una leggenda narra come il re ostrogoto Totila si finse mendicante per testare le doti profetiche di Sabino all’epoca (548) vecchio e praticamente cieco, ma il santo riuscì a svelarne l’inganno.

Il re fu così impressionato che decise di rinunciare alla progettata invasione di Canosa.

In un altro mitico racconto, Sabino beve la bevanda avvelenata offertagli da un rivale e geloso arcidiacono, ma il santo ne uscì indenne, mentre fu il malfattore a morire avvelenato. Da questa storia, viene l’origine della sua raffigurazione come protettore dai veleni.


La salma del santo è conservata fin dal medioevo nella Cattedrale di Canosa, per essere oggetto di devozione dai pii fedeli.



Per il programma delle celebrazioni

https://www.canosalive.com/news/attualita/786425/s...

Lascia il tuo commento
commenti