Le segnalazioni

La Bat è ancora poco pet friendly

Una lettrice: «Ho girato 5 lidi con il mio cane ma nessuno mi ha fatto entrare perché pare non fossero attrezzati e il mio amico a quattro zampe sembrava essere un problema per tutti»

Attualità
Canosa giovedì 13 agosto 2020
di Michele Lorusso
Pet friendly
Pet friendly © n.c.

Uno dei problemi che riguarda la stagione estiva è quello dell’abbandono degli animali che, nonostante numerosi appelli e campagna di sensibilizzazione, continua ad attanagliare il nostro paese.

Per fortuna, da qualche anno, le strutture ricettive si stanno attrezzando per accogliere gli amici a quattro zampe, tant’è che il pet friendly sta crescendo come mercato e sta diventando sempre più ricercato dai turisti italiani e stranieri.

Peccato che nella nostra provincia, stando alle segnalazioni di alcuni lettori, far entrare cani e gatti è un problema che mette in difficoltà chi vorrebbe trascorrere momenti in compagnia del proprio animale.

Una lettrice ci scrive: «ho girato 5 lidi con il mio cane ma nessuno mi ha fatto entrare perchè pare non fossero attrezzati e il mio amico a quattro zampe sembrava essere un problema per tutti, mentre non lo era l’assenza delle mascherine, di fogli per la raccolta dati per il “tracciamento” dei contatti e di tutti gli altri accorgimenti previsti dalla normativa anticontagio.

Le regole vanno rispettate e io per prima le rispetto con il cane pulendo dove sporca, ma in questo contesto storico dove ci sono milioni di persone che muoiono per il Covid nessuno nei posti della movida rispetta le regole che si invocano solo a proprio piacimento quando si tratta di animali?».

Una storia che rappresenta il paradosso del nostro paese che si definisce civile e che pretende il rispetto delle regole “a convenienza” ma non si apre a quella cultura tipica degli altri paesi europei e non dove gli amici a quattro zampe sono considerati una risorsa e non un problema.

Lascia il tuo commento
commenti