Scuola e teatro

Ad Agrigento il concorso “Uno, nessuno e centomila”: secondo posto per l'IC Bovio Mazzini

I ragazzi di Canosa di Puglia ritireranno il premio per aver interpretato la novella "I galletti del bottaio"

Spettacolo
Canosa lunedì 14 maggio 2018
di La Redazione
i ragazzi dell'IC Bovio-Mazzini
i ragazzi dell'IC Bovio-Mazzini © Canosalive.com

Nel ricordo del 150esimo anniversario dalla nascita del drammaturgo Premio Nobel Luigi Pirandello, il Miur ha fortemente voluto il concorso “Uno, nessuno e centomila”, realizzato in collaborazione con il Comune di Agrigento, il Distretto Turistico Valle dei Templi, la Strada degli Scrittori, la Fondazione Teatro Luigi Pirandello, l’Accademia di Belle Arti Michelangelo e l’associazione Kaos. Il concorso mira a rielaborare in chiave moderna la poetica e il genio di Pirandello e utilizzare il teatro, la drammaturgia e l’attività laboratoriale come strumenti didattici, veicoli di riflessione e sapere. Circa cinquecento ragazzi giungeranno ad Agrigento per la premiazione, che si terrà dal 16 al 18 maggio sul palco del teatro cittadino che porta il nome del drammaturgo.

Ottimo il risultato dell'IC Bovio-Mazzini di Canosa di Puglia che ha ottenuto il secondo posto con la rappresentazione della novella "I galletti del bottaio", realizzata grazie al supporto dei professori Stellino, Lenoci, Napoletano, Formiglia e Di Nicoli e della dirigente Grazia Di Nunno.

"Un premio inaspettato che tuttavia ci rende orgogliosi dei nostri ragazzi che hanno dato il massimo nell'interpretazione della novella di Pirandello - hanno dichiarato i docenti -. Il motivo della nostra partecipazione al concorso è stato essenzialmente didattico, perché crediamo che studiare Pirandello entrando nelle sue storie tramite il teatro e la recitazione, possa essere molto costruttivo per i nostri ragazzi. Il risultato positivo rafforza la nostra idea."

Lascia il tuo commento
commenti