Cronaca

Asportavano terreno senza autorizzazioni a Canosa: due denunce

In località "La Palata" è stata distrutta anche la vegetazione. Operazione eseguita dalla Forestale di Spinazzola

Cronaca
Canosa venerdì 12 gennaio 2018
di Dalila Di Gioia
Località
Località "La Palata" in agro di Canosa © n. c.

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Spinazzola, a seguito di segnalazione della Centrale Operativa, hanno accertato, nell’agro di Canosa di Puglia, in località “La Palata”, lo sbancamento (asportazione massiccia di terreno o di roccia) e relativo movimento di terra pari a circa 700 mc, nonché la distruzione della vegetazione presente (macchia mediterranea, mandorli e ulivi allo stato selvatico) su terreni privati in assenza di autorizzazioni e vincolati dal punto di vista paesaggistico-ambientale e collocati in zona di “alta pericolosità idraulica.

Sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria due soggetti, l’uno in qualità di proprietario e possessore delle particelle di terreno, l’altro in qualità di responsabile in concorso, distruzione o deturpamento di bellezze naturali (art. 734 c.p.), per opere eseguite in assenza di autorizzazione o in difformità da essa (artt. 181 co. 1, D. Lgs. 42/04), per distruzione o deterioramento di habitat all'interno di un sito protetto (art. 733 bis c.p.), danneggiamento e minaccia (artt. 635 e 612 c.p.).

Riscontrati, dai Carabinieri Forestali di Spinazzola, anche illeciti di natura amministrativa. Per questo i militari hanno elevato un verbale amministrativo per un importo pari a circa 46.000 euro.

Lascia il tuo commento
commenti