Sanità

A Canosa il Campus della Salute: integrazione tra ospedale e territorio

In piazza Vittorio Veneto verranno allestiti ambulatori della cronicità gestiti da infermieri, oltre ad ambulatori specialistici

Attualità
Canosa martedì 17 aprile 2018
di La Redazione
locandina
locandina © n.c.

Plaude all'iniziativa del Campus della Salute, la tre giorni di salute, sport e solidarietà, in programma a Canosa dal 19 aprile, svolta col sostegno di Fondazione CON IL SUD, in collaborazione con le associazioni Amesci e Sportform.

In piazza Vittorio Veneto verranno allestiti ambulatori della cronicità gestiti da infermieri, oltre ad ambulatori specialistici come Endocrinologia, Cardiologica, Nutrizione, prevenzione dell’Osteoporosi, Senologia, Pneumologia, Oculistica Pediatria ed Ascolto Psicologico, gestiti dai medici che hanno dato piena disponibilità a partecipare attivamente: tutta la cittadinanza potrà sottoporsi gratuitamente alle visite che si svolgeranno nell’ospedale da campo allestito grazie al solito spirito di abnegazione dei volontari e dei partner dei centri privati e delle strutture pubbliche.

Affermano le infermiere promotrici dell’evento dott.ssa Maria Custode e dott.ssa Rosanna Tucci, referenti dell’ambulatorio della cronicità a Canosa di Puglia: "Proseguire la promozione della cultura della prevenzione verso i tanti cittadini che spesso non la vivono consapevolmente oppure non riescono a sottoporsi a controlli medici a causa di difficoltà economiche, o condizioni sociali difficili”.

All’evento saranno presenti anche gli infermieri dell'Ordine delle Professioni Infermieristiche della sesta provincia pugliese - OPI BAT - dove dimostreranno come un corretto stile di vita possa aiutare a migliorare la qualità della vita stessa e che quello dell'infermiere è un ruolo importante nell'organizzazione sanitaria verso il cittadino attraverso la presentazione dei progetti dell’Ordine con l’obiettivo finale di contribuire alla sensibilizzazione all'importantissima cultura della prevenzione e della salute.

L'accettazione per le visite, per tutti coloro saranno interessati, sarà effettuata dalle ore 9.30 alle ore 11.00 per i turni mattutini e dalle ore 15.00 alle ore 17,00 per i turni pomeridiani fino all'esaurimento delle visite massime disponibili.


Per il Direttore Generale della Asl/Bt, Alessandro Delle Donne, che ha aderito all'iniziativa, sono particolarmente “utili questo tipo manifestazioni, che comunque non devono rimanere isolate nel tempo, ma tendere ad instaurare un modello organizzativo permanente e multispecialistico, oltre che dinamico, attraverso il quale si realizzi davvero l'integrazione tra ospedale e territorio”.

Per il Dg dell'azienda sanitaria della sesta provincia pugliese, “è necessario non soltanto prendere in carico e in cura il paziente, ma anche di reclutarlo con campagne di richiamo periodici e di prevenzione, per fasce di età e target di popolazione e morbilità per poi non abbandonarlo al momento del rilascio della diagnosi e prescrizione, ma dobbiamo garantire una importante fase di follow up sostanziale e non formale, affinché il paziente sia davvero compliante e aderente alle cure, conferendo, per parte sua, maggiore efficacia alle cure e abbassamento del rischio di recidiva o recrudescenza di alcune patologie, che poi obbligano al ricovero. E la sanità del futuro tende a deospedalizzare il più possibile”.

“Il mio personale ringraziamento -conclude l'avv. Delle Donne- a quanti hanno permesso la realizzazione di questo evento, alle dott.ssa Maria Custode e dott.ssa Rosanna Tucci, all’amministrazione comunale e dal sindaco Roberto Morra, al Direttore del Distretto n.3 ASL BT (Spinazzola - Minervino Murge - Canosa di Puglia) dott. Domenico Antonelli, agli infermieri dell'Ordine delle Professioni Infermieristiche della sesta provincia pugliese e da tutte le associazioni che patrocinano l'evento, sostenendo attivamente il Campus Salute 3s e le sue attività sul territorio, in primis alla Fondazione CON IL SUD, ed alle associazioni Amesci e Sportform”.

Lascia il tuo commento
commenti